REGOLARE MANUTENZIONE DEI TERRENI, DELLE SIEPI E DELLE ALBERATURE PROSPICIENTI LE AREE PUBBLICHE

28/05/2018

REGOLARE MANUTENZIONE DEI TERRENI, DELLE SIEPI E DELLE ALBERATURE PROSPICIENTI LE AREE PUBBLICHE
Con la presente si rende noto che, con ordinanza n.43 del 28-05-2018,
IL SINDACO
preso atto del crescente e spesso incontrollato fenomeno di piante e/o siepi che protendono rami, foglie e fronde verso la sede stradale o i marciapiedi, invadendoli e creando conseguentemente ostacolo e limitazione all’uso dei marciapiedi stessi, delle linee elettriche e telefoniche, della segnaletica e impianti di pubblica illuminazione, ostruendo altresì il campo visivo agli utenti della strada;
HA ORDINATO
A tutti i proprietari di terreni, a qualsiasi uso destinati, che per patto contrattuale siano fruitori degli stessi, confinanti con le strade provinciali, comunali, vicinali di uso pubblico, marciapiedi, piste ciclopedonali, parcheggi pubblici nonché corsi d’acqua, ricadenti in tutto il territorio del Comune di Appiano Gentile di provvedere, a quanto di seguito specificato:
  1. Tagliare e/o potare i rami e le siepi delle piante radicate sui propri fondi, che si protendono oltre il confine stradale ovvero provocano restringimenti, invasioni o limitazioni di visibilità e di transito della sede stradale, nascondono la segnaletica o ne limitano la leggibilità, impediscono l’illuminazione delle strade, danni ed interruzioni alle linee elettriche e telefoniche;
  2. Abbattere eventuali piante pericolose che minacciano di cadere sulla sede stradale perché secche, aggredite da edera, protese o piagate verso la strada, o per qualsiasi altra natura;
  3. Rimuovere immediatamente alberi, ramaglie e terriccio, massi lapidei o da altri materiali, qualora caduti sulla sede stradale dai propri fondi per effetto di intemperie o per qualsiasi natura;
  4. Provvedere allo spurgo e pulizia dei fossi e dei canali di scolo delle acque meteoriche, così da favorire il regolare deflusso delle stesse e la loro immissione nei fossi e negli scarichi principali;
  5. Di mantenere le ripe dei fondi laterali alle strade, sia a valle che a monte delle medesime, in stato tale da impedire franamenti o cedimenti del corpo stradale, ivi comprese le opere di sostegno, lo scoscendimento del terreno, l’ingombro delle pertinenze e della sede stradale in modo da prevenire la caduta di massi o di altro materiale sulla strada e di evitare di eseguire interventi che possono causare i predetti eventi;
Gli interventi suddetti, per l’anno in corso hanno il termine perentorio fissato entro e non oltre 15 (quindici) giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza ed essere ripetuti ciclicamente ogni qual volta se ne ravvisi la necessità.

Per maggiori informazioni è possibile consultare l'ordinanza allegata alla presente informativa.

Documenti

  1. Ordinanza