ORDINANZA DI PREVENZIONE DELLE ALLERGOPATIE DA AMBROSIA

05/07/2018

ORDINANZA DI PREVENZIONE DELLE ALLERGOPATIE DA AMBROSIA
IL SINDACO

VISTO
che la pianta Ambrosia, che in questi ultimi anni si è molto diffusa nel nostro Comune, è altamente allergizzante ed è diventata una delle maggiori cause di allergie che si manifestano anche in sintomatologie asmatiche;

CONSIDERATO che l’Ambrosia fiorisce tra agosto e settembre sui terreni coltivati a cereali una volta effettuato il raccolto, sui terreni incolti, sulle aree verdi abbandonate, sulle aree industriali dismesse, sulle terre smosse dei cantieri (non solo edili ma anche per la costruzione delle opere di viabilità), sulle banchine stradali, sulle rotatorie e spartitraffico, sugli argini dei canali, sui fossi ed in generale su tutte le aree abbandonate e semiabbandonate, nonché sui campi coltivati con semine rade quali il girasole e la soia;

RILEVATO che l’incuria delle sopracitate aree risulta essere uno dei fattori di maggior diffusione della pianta e che la manutenzione delle aree verdi – ed in particolare lo sfalcio delle aree infestate – può impedire la fioritura e di conseguenza la pollinazione della pianta;

ORDINA
  • Ai proprietari e/o conduttori pubblici e privati di terreni incolti o coltivati (anche quelli sottostanti i piloni dell’alta tensione;
  • Ai proprietari di aree agricole, aree verdi incolte e di aree industriali dismesse;
  • Agli Amministratori di condominio;
  • Ai conduttori di cantieri edili e per infrastrutture viarie;
di vigilare, ciascuno per le rispettive competenze, sull’eventuale presenza di Ambrosia ed eseguire periodici interventi di manutenzione e pulizia;

INVITA
la cittadinanza a eseguire una periodica e accurata pulizia da ogni tipo di erba presente negli spazi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni, ecc…) di propria pertinenza e a curare i propri terreni provvedendo all’eventuale semina di colture intensive semplici come prato inglese, trifoglio, ecc… che agendo da antagonisti, impediscono lo sviluppo dell'ambrosia.

AVVERTE
che la Poliza Locale e gli Agenti della Forza Pubblica sono incaricati della vigilanza del rispetto dell'ordinanza e che ai trasgressori verrà comminata la sanzione amministrativa prevista dall'art. 7/bis del DLgs 267/2000 da €. 25,00 e €.500,00.

Per maggiori informazioni è possibile consultare l'ordinanza allegata alla presente news.